Questo sito web utilizza i cookie per migliorare la vostra esperienza. Continuando la navigazione accetti le nostre policy. Maggiori informazioni. OK

Storia
Le origine della società risalgono al 1967 con la nascita della s.n.c. di Mario Del Debbio mediante la fusione delle aziende individuali dei fratelli Giovanni, Mario e Fernando e dei cugini Renzo e Olivo.
Nel 1977 la società rinnova il prorpio aspetto societario trasformandosi in s.p.a., attuale ragione sociale.
Oggi, a 50 anni di distanza, alla direzione aziendale concorre ancora uno dei cinque soci fondatori.
A questi, nel corso degli anni si sono affiancati i figli e recentemente i nipoti.
Una società che ha quindi saputo mantenere lo spirito solido dell'azienda familiare coniugandola ad una visione imprenditoriale avanzata.

I soci fondatori, tutti autotrasportatori, iniziarono la loro attività sul fiume Serchio nella frazione di Marlia attraverso un impianto di trasformazione di materiali inerti provenienti dalle escavazioni nell'alveo del fiume;
successivamente, allo scopo di incrementare l'attività nel settore stradale, la società si riorganizza per la produzione di conglomerati bituminosi.

L'attività dell'impresa, iniziata nel campo stradale, nel corso degli anni si espande al settore dell'edilizia civile ed industriale sia delle grandi opere del settore pubblico che in quelle del settore privato, fornenedo così una gamma completa di lavorazioni che le ha permesso di contraddistinguersi sul territorio.
Nel 1995 la Del Debbio attiva, sempre a Marlia, il primo impianto per riciclaggio di materiali inerti in Toscana. Diversi i motivi che hanno spinto l'azienda a questo importante passo: le sempre maggiori difficoltà di reperimento di materie prime non rinnovabili o rinnovabili a lungo periodo, i costi d'estrazione, produzione e lavorazione, le problematiche ambientali per il reperimento e la gestione di discariche di materiali di demolizione edile.
Nello stesso anno la Del Debbio s.p.a. ha rilevato e riattivato un impianto per la produzione di conglomerati bituminosi a Ponte all'Ania, anch'esso sul Serchio dove attualmente viene prodotto anche il conglomerato "natura" (alternativa alla pavimentazione bituminosa tradizionale in grado di risolvere le problematiche di impatto ambientale e paesaggistico).
L'azienda inoltre, detiene il controllo del Centro Commerciale Valfreddana s.r.l.; azienda che commercializza materiali edili e svolge funzioni di servizio all'attività aziendale.

Fin dagli anni '70 i soci fondatori costituiscono la società Cave Pedogna Spa, una delle più importanti cave di materiali inerti certificati della regione.

Infine, l'impegno della società a garantire con continuità le aspettative dei committenti ed allo stesso tempo di ottemperare alle disposizioni di legge ha portato nel 2002 all'implementazione di un sistema di gestione della qualità in accordo alla normativa UNI EN ISO 9001; nel 2008 consapevole del proprio ruolo e delle proprie responsabilità nell'ambito della comunità economica e sociale la società implementa un sistema di responsabilità sociale in accordo con la normativa SA8000.
Successivamente nel 2010 l'azienda ha deciso di intraprendere una strategia rivolta a promuovere la cultura del rispetto dell'ambiente e dello sviluppo sostenibile adottando un sistema di gestione ambientale conforme alla norma internazionale UNI EN ISO 14001.
Infine nel 2011, a dimostrazione del costante impegno in termini di sicurezza sui luoghi di lavoro, la Del Debbio ha conseguito la certificazione OHSAS 18001.